“Ricovero di mendicità Umberto I°” Sito in via Vittime Di via Fani N. 2

Acquaviva Delle Fonti (Ba)

Di Proprieta’ Della Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi”

IL PRESIDENTE DEL C.D.A.
rende nota l’intenzione di procedere alla locazione dell’immobile di proprietà della Fondazione
“Opere Laiche Palatine Pugliesi”, libero e disponibile, come da scheda e planimetrie allegate al presente avviso, al canone minimo annuo di € 150.000,00 (centocinquantamila/00) a base della presente procedura comparativa.

A tal fine la Fondazione avvia un’indagine finalizzata a ricevere manifestazioni d’interesse con contestuale offerta economica per la conduzione in locazione dell’immobile nel rispetto dei principi di libera concorrenza, imparzialità, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità.
È consentito a chiunque abbia interesse di presentare la propria manifestazione di interesse in conformità a quanto previsto dal presente avviso.

CARATTERISTICHE DELL’IMMOBILE

Le caratteristiche dell’immobiliare sono indicate nella allegata scheda descrittiva (all.1).

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

In corso di redazione.

TIPOLOGIA DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE E DURATA

La durata della locazione è fissata in 6 (sei) anni. La locazione si intenderà tacitamente rinnovata, alle medesime condizioni, per ulteriori 6 (sei) anni qualora non sopravvenga disdetta – da comunicarsi almeno 12 mesi prima della scadenza – con lettera raccomandata AR e/o pec all’indirizzo. fondazioneoperelaichepalatinepugliesi@pec.it
Alla prima scadenza, il locatore potrà esercitare il diniego di rinnovo del contratto, esclusivamente nelle ipotesi previste dall’art. 29 Legge 392/78, comunicando tale intenzione, con specifica indicazione del motivo, con lettera raccomandata AR e/o pec all’indirizzo. fondazioneoperelaichepalatinepugliesi@pec.it, almeno 12 mesi prima della scadenza. Al termine del primo rinnovo il contratto si intenderà definitivamente risolto, senza bisogno di disdetta alcuna.
Il canone di locazione dovrà essere corrisposto in rate trimestrali anticipate.
La destinazione d’uso dell’immobile è quella consentita dallo strumento urbanistico attualmente vigente nel Comune di Acquaviva delle Fonti e segnatamente
Non è consentita la sublocazione dell’immobile, anche parziale.
La manutenzione ordinaria, oltre che la piccola manutenzione, saranno a carico del conduttore.

DESTINAZIONE D’USO DELL’IMMOBILE

La zona urbana in cui sorge l’ex R. Ricovero, racchiusa fra i muri di recinzione che caratterizzano il sito, è tipizzata nel PRG di Acquaviva delle Fonti come Area per urbanizzazioni secondarie, nella quale sono consentite le seguenti destinazioni d’uso:
▫ attrezzature socio-culturali,
▫ attrezzature sanitarie e assistenziali: poliambulatori, centri medici specialistici, cliniche; ▫ attrezzature commerciali e mercati;
▫ attrezzature di servizio per la residenza e per la produzione: comunicazioni, finanza, commercializzazione, produzione, promozione, ricerca, ricreazione, turismo.

VISITE

Sarà possibile visitare l’immobile, fino al terzo giorno antecedente la scadenza del termine per
la presentazione delle offerte, previa richiesta di appuntamento all’indirizzo pec: fondazioneoperelaichepalatinepugliesi@pec.it,
Le visite, in data da concordare, potranno essere effettuate dal lunedì al venerdì nelle seguenti fasce orarie: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00.
La Fondazione potrà riservarsi di accorpare le richieste pervenute al fine di organizzare visite collettive.

PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE

Sono ammessi a presentare l’istanza di manifestazione d’interesse le persone fisiche, le imprese
individuali o in forma societaria e gli enti con personalità giuridica italiani ed esteri, nei termini previsti e secondo le modalità indicate. Sono ammessi:
I. i soggetti per i quali non sono in corso, a proprio carico, procedure di interdizione e/o inabilitazione, fallimento o altra procedura concorsuale;
II. coloro che non hanno riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato che comportano la perdita o la sospensione della capacità di contrarre;
III. le imprese che non si trovano in stato di liquidazione, fallimento o amministrazione controllata, di non aver presentato domanda di concordato e di non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di tali situazioni.
Ai fini della partecipazione dovranno essere presentati i seguenti documenti:
a) istanza di partecipazione, resa ai sensi e per gli effetti dell’art.76 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000, secondo il modello allegato (all.2);
b) fotocopia del documento d’identità in corso di validità della persona fisica o del legale rappresentante.
c) la proposta di utilizzazione dell’intero immobile con la declinazione delle attività previste nei vari piani dell’immobile, nel rispetto delle destinazioni d’uso consentite dalla destinazione urbanistica prevista dal vigente strumento urbanistico del Comune di Acquaviva delle Fonti per l’area in cui ricade l’immobile.
La documentazione dovrà essere inviata al seguente indirizzo:

Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi”, con sede in via G. Di Vagno n. 10 – 70100 Bari, con la seguente dicitura:

AVVISO: MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER L’AGGIUDICAZIONE IN LOCAZIONE DELL’IMMOBILE “RICOVERO DI MENDICITÀ UMBERTO I°” SITO IN ACQUAVIVA DELLE FONTI, IN VIA VITTIME DI VIA FANI N. 2.

La documentazione dovrà pervenire all’indirizzo sopra indicato alternativamente mediante: ▫ raccomandata con avviso di ricevimento;
▫ consegna diretta (anche tramite corriere) presso la sede della Fondazione “Opere Laiche
Palatine Pugliesi”, in via G. Di Vagno n. 10 – 70100 Bari nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle13:00.
▫ posta elettronica certificata all’indirizzo: fondazioneoperelaichepalatinepugliesi@pec.it

Non saranno prese in considerazione le manifestazioni di interesse che, per qualsiasi motivo, non risultino pervenute entro il termine sopra indicato.


VALUTAZIONE OFFERTE E AGGIUDICAZIONE

Successivamente alla scadenza del termine e alla verifica dei plichi pervenuti, sarà comunicata
ai partecipanti la data in cui il Consiglio di Amministrazione procederà all’apertura. È prevista la facoltà per i partecipanti di presenziare a tale apertura dei plichi; le modalità saranno comunicate successivamente con ideo e congruo avviso.
Non saranno prese in considerazione le offerte contenenti un’offerta di importo inferiore al minimo di € 150.000,00 (centocinquantamila/00) indicato nel presente avviso.
In caso di più offerte di locazione che presentino canoni di pari importo, potrà essere richiesta agli interessati la presentazione di una nuova offerta migliorativa e, in caso di ulteriore parità o in caso di offerte migliorative di pari importo, si procederà mediante sorteggio. L’aggiudicazione provvisoria sarà in favore del concorrente che ha presentato l’offerta di maggiore importo.

VERIFICHE E RELATIVE CONSEGUENZE

L’aggiudicazione dovrà ritenersi provvisoria e dispiegherà efficacia definitiva soltanto dopo che
la Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi” avrà effettuato con esito positivo le verifiche ed i controlli sull’aggiudicatario, in ordine al possesso dei requisiti previsti dalla presente procedura.

STIPULA DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE

Al momento della sottoscrizione del contratto, il conduttore dovrà versare un deposito
cauzionale, in favore della Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi”, pari a tre mensilità di canone, non imputabile in conto pigioni.
Il deposito cauzionale come sopra costituito sarà restituito a partire dal decimo giorno dalla riconsegna dei locali, previa verifica dello stato dell’unità immobiliare, dell’osservanza di ogni obbligazione contrattuale e del saldo di ogni debito da parte del conduttore.

DISPOSIZIONI PROCEDURALI

Il presente avviso costituisce un invito a manifestare interesse e non un’offerta al pubblico ai
sensi dell’art. 1336 del Codice Civile o una sollecitazione al pubblico risparmio ex art. 94 e ss. del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e s.m.i.; è pertanto finalizzato ad ottenere manifestazioni di interesse volte alla locazione dell’immobile in oggetto.

La pubblicazione del presente avviso e la ricezione delle manifestazioni di interesse non comportano per la Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi” alcun obbligo o impegno nei confronti dei soggetti interessati né danno diritto a ricevere prestazioni da parte della Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi” a qualsiasi titolo.

La Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi” si riserva espressamente la facoltà di revocare la presente procedura o di sospenderla o modificarne i termini o le condizioni in ogni momento, senza preavviso e senza motivazione, qualunque sia il grado di avanzamento della stessa e senza che ciò possa far sorgere in capo ai soggetti interessati diritti ad alcun risarcimento e/o rimborso spese.

TUTELA PRIVACY

Ai sensi del Regolamento UE 2016/679, i dati forniti saranno trattati esclusivamente ai fini dello svolgimento delle attività istituzionali connesse al presente procedimento, degli obblighi di pubblicità da esso derivanti e dagli eventuali atti successivi.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio, pena l’impossibilità partecipare alla presente procedura.
Sono fatti salvi i diritti che le sezioni 2, 3 e 4 del capo III del Regolamento UE 2016/697 garantiscono ai soggetti interessati.
Titolare del trattamento dei dati personali è la Fondazione “Opere Laiche Palatine Pugliesi” con sede in Bari a via G. Di Vagno n. 10. Responsabile del trattamento dei dati personali è il Presidente del Consiglio di Amministrazione, dott. Michele Virgilio.

Documenti Allegati

Scarica Allegato 1: Scheda-descrittiva-immobile Umberto I° (PDF) (26 download )
Scarica Allegato 2: Istanza-di-partecipazione (PDF) (20 download )

INFORMAZIONI

Eventuali richieste di informazioni, chiarimenti in ordine al presente avviso e/o di visita all’unità
immobiliare oggetto del presente avviso potranno essere inoltrate al seguente indirizzo pec: fondazioneoperelaichepalatinepugliesi@pec.it

Bari, lì 10 maggio 2024